Il decreto BIM è stato firmato!

Questa mattina, durante il convegno “Verso un’edilizia 4.0” della ACER tenutosi a Roma, il Provveditore per le Opere Pubbliche di Lombardia ed Emilia Romagna, Pietro Baratono, ha annunciato che il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha firmato il Decreto BIM, ossia il provvedimento che disciplinerà l’obbligo di bandire le gare d’appalto e di progettare le opere pubbliche con il Building Information Modeling.

firmato il decreto bim

QUALI SONO GLI OBBLIGHI BIM?

  • Primo obbligo dal 2019, ma solo per opere di grande rilievo, sopra la soglia di 100 milioni di €.
  • Scadenze progressive, con il sistema a pieno regime nel 2025
    Tra il 2019 e il 2025 gli obblighi si allargheranno anche ad altri soggetti a seconda delle complessità delle opere e non al loro valore.
  • I lavori semplici potranno essere sempre effettuati con i metodi tradizionali
    (es. palazzi residenziali senza particolari problematiche di sicurezza).

E voi? Avete già introdotto il BIM nelle vostre realtà?

 

fonte:

Annunci

BIM 360 PLAN: pianifica il tuo progetto in maniera più affidabile

Autodesk BIM 360 Plan è un prodotto della piattaforma cloud di Autodesk pensato per i contractor che vogliono migliorare la gestione del piano lavori.

Continua a leggere per scoprire i vantaggi di BIM 360 Plan.


Leggi il resto dell’articolo

BIM 360 FIELD: gestire e controllare il cantiere in cloud

La progettazione ha fatto passi da giganti nel BIM in questi ultimi anni, ora la palla passa alle imprese.

I dati Autodesk indicano che il 70% della forza lavoro per la realizzazione di un’opera è in cantiere.

Grazie a BIM 360™ Field finalmente la gestione delle squadre, l’avanzamento dei lavori, le forniture, le problematiche e le soluzioni hanno un sito centralizzato che consente all’impresa e alla DL il pieno controllo della situazione.

Continua a leggere per scoprire i vantaggi di BIM 360 Field.

Leggi il resto dell’articolo

Revit 2018 è ora disponibile: scopri funzionalità e miglioramenti

Revit 2018 rappresenta il più recente step nella costante evoluzione e nel continuo sviluppo di Revit per la progettazione BIM multidisciplinare, che comprende anche i dettagli di fabbricazionecostruzione. L’obiettivo di Autodesk è quello di aiutare i progettisti e gli ingegneri a fornire modelli di design accurati e dare la possibilità ai progettisti di sviluppare modelli ad un livello più elevato di fedeltà per la realizzazione e l’installazione.

Grazie alle nuove funzionalità, che consentono agli utenti di concentrarsi più sulla progettazione che sul software, Revit 2018 consente di ottimizzare la creazione dell’intento progettuale, offrendo migliorie in grado di supportare la produttività automatizzando i workflow e semplificando i processi formati da più fasi. Revit 2018 si basa su nuove funzionalità rese disponibili agli abbonati per la prima volta in Revit 2017.1 e 2017.2.

Le nuove funzionalità di Revit 2018 riguardano miglioramenti generali alla piattaforma e specifici nelle sezioni ArchitectureStructure e MEP (mechanical, electrical,plumbing).

Continua a leggere per scoprire funzionalità e miglioramenti.

Leggi il resto dell’articolo

Autodesk Revit 2017: le novità

Autodesk ha rilasciato la nuova versione di Revit 2017

In questo breve articolo puoi trovare alcuni spunti sulle novità introdotte in questa release.

Revit 2017 (1)

Leggi il resto dell’articolo

One Team BIM Conference Milano 2016

Grande successo per la quarta edizione della One Team BIM Conference del 27 Aprile 2016, organizzata da One Team, Autodesk Platinum Partner, presso la sede di Assimpredil ANCE a Milano.

Oltre 350 iscrizioni, oltre 300 partecipanti, 8 interventi (il BIM e il nuovo Codice Appalti, nuova certificazione per i professionisti del BIM, Future of Making Things, Virtualizzazione workstation, case history), 13 partecipanti alla Tavola Rotonda tra cui Pubblica Amministrazione, società private e Università.

Questi sono solo alcuni dei numeri che rendono gli organizzatori orgogliosi del risultato raggiunto e che confermano la necessità di indire ulteriori incontri formativi su tematiche inerenti le nuove tecnologie a supporto della progettazione.

One Team BIM Conference Milano è stato uno dei primi momenti di confronto, a livello nazionale, tra gli attori del mondo delle costruzioni sulle possibilità offerte dal Building Information Modeling in relazione al D.lgs. 50/2016; tali possibilità sono state ampiamente apprezzate dai professionisti, dalle aziende e dalle pubbliche amministrazioni (beneficiarie finali dei vantaggi del metodo BIM) presenti all’evento.

oneteam_bim-conference-milano

La rivoluzione tecnologica caratterizzata dal BIM si avvale di strumenti di progettazione innovativi presentati durante la BIM Conference, quali gli applicativi Autodesk e le soluzioni grafiche accelerate in ambiente virtualizzato di HPE.

La Conferenza è stata l’occasione per presentare pubblicamente la prima certificazione in Italia per i professionisti BIM, elaborata da ICMQ, organismo di certificazione indipendente leader nel settore delle costruzioni. “Solo chi, studio di progettazione, impresa di costruzione o azienda produttrice, saprà adeguare la propria organizzazione all’utilizzo delle nuove tecnologie di modellazione elettronica potrà rimanere sul mercato. – afferma Lorenzo Orsenigo, direttore generale di ICMQ – Le parole chiave per il futuro delle costruzioni sono poche ma chiare: sostenibilità e BIM sono tra queste. E i due aspetti si integrano alla perfezione”.

Molto interesse hanno suscitato le esperienze BIM presentate dai clienti di One Team: BMS Progetti e Rimond per la parte architettonica e Ativa Engineering per la parte infrastrutturale. Durante le esposizioni delle tre case history sono emersi dati concreti sui vantaggi derivanti dall’adozione del metodo BIM nella progettazione.

La Tavola Rotonda, tenutasi nella seconda parte dell’evento, ha costituito un altro momento saliente della Conferenza. L’Ing. Merzagora, direttore tecnico della rivista Strade e Autostrade, ha moderato l’intero dibattito a cui hanno preso parte: Ing. Riccardo Perego di One Team Srl, Arch. Alberto Pavan del Politecnico di Milano, Ing. Aldo Bottini di BMS Progetti Srl, Ing. Vitantonio Palmisano di Ativa Engineering Spa, Arch. Adriana Novelli di Rimond Srl, Ing. Massimiliano Papetti del Comune di Milano , Ing. Fulvio M. Soccodato di Anas Spa, Ing. Mario Bruni di Sina Spa, Ing. Matteo Porta di D’Appolonia Spa, Ing. Simone Eandi di Geodata Spa, Dott.ssa Silvia Furlan di NetEngineering Spa.

L’Ing. Massimiliano Papetti, Direttore della Direzione Centrale Tecnica del Comune di Milano, ha definito il BIM come una rivoluzione su cui investire, soprattutto per la Pubblica Amministrazione: “Il BIM è una forma mentis che, se sviluppata adeguatamente, può ridare un ruolo centrale alla figura del responsabile di procedimento, la quale è più evoluta nel nuovo codice e che difficilmente sarà sottratta alla Pubblica Amministrazione”.

L’Arch. Pavan, Politecnico di Milano, sottolinea l’aspetto emozionale del BIM: “L’aspetto normativo serva come stimolo ma arriviamo al BIM perché è comunque quello che avremmo fatto per far bene e con passione il nostro lavoro”.

La tavola rotonda si è arricchita anche del punto di vista della Stazione appaltante Anas Spa, tramite le parole dell’Ing. Soccodato: “Anche noi come stazione appaltante abbiamo vissuto un impatto pesante dal Codice, un po’ in tutte le procedure. Tra le tante novità, l’inizio dell’introduzione del BIM in maniera totale nel mondo delle costruzioni è quella che ha le migliori promesse positive, grazie all’incremento di efficacia e efficienza che il BIM può portare sui progetti (nuovi e di manutenzione) relativi a costruzioni e infrastrutture.”

“Il BIM è un cambiamento che viene nel momento giusto, l’unica arma che abbiamo per affrontare il mercato, la crisi, le difficoltà. – afferma l’Ing. Eandi di Geodata Spa – Un mercato che ci chiede tempi sempre più stretti, con margini sempre minori. Aumentare l’efficienza, incrementare la qualità del prodotto è veramente l’unica arma che abbiamo”.

tavola-rotonda_bim-conference-milano

Gli argomenti e gli spunti di riflessione emersi forniscono il punto di partenza per l’organizzazione di nuovi momenti di incontro e confronto tra Pubblica Amministrazione e società private.
Gli organizzatori dell’evento desiderano ringraziare la Dott.ssa Domenighini, Presidente di Assimpredil Ance per l’accoglienza.

7 vantaggi che solo l’adozione del metodo BIM può garantirti

Il countdown è ufficialmente iniziato: entro il 18 Aprile il Governo italiano decreterà i termini secondo i quali il Nuovo Codice degli Appalti recepirà la Direttiva Europea sul BIM (Building Information Modeling) di Gennaio 2014.

Ma il BIM è un problema o un’opportunità?

Noi abbiamo individuato 7 vantaggi derivanti dall’adozione del metodo BIM in azienda, che ci permettono di considerarlo come una grande opportunità.

Leggi il resto dell’articolo