In arrivo i voucher per la digitalizzazione delle PMI

Per favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e il rinnovamento tecnologico delle piccole e medie imprese italiane, con il decreto direttoriale 24 ottobre 2017 il Ministero italiano dello Sviluppo Economico (MISE) ha definito le modalità con cui beneficiare di speciali voucher di importo non superiore a 10 mila euro. A partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018, infatti, le imprese interessate a questa agevolazione potranno richiederne l’accesso attraverso la presentazione, per via telematica, di un progetto di digitalizzazione aziendale.

voucher digitalizzazione

Leggi il resto dell’articolo

Annunci

One Team User Meeting 2017

Il tradizionale appuntamento con il “One Team User Meeting”, giunto ormai all’undicesima edizione, torna giovedì 15 Giugno nell’incantevole location di Cascina Boscaccio, a Bonirola di Gaggiano (MI).

one team user meeting 2017

Durante l’evento verranno presentate le principali novità Autodesk per la progettazione meccanica, industriale, architettonica e infrastrutturale e saranno proposte le soluzioni più innovative sia per l’Industria 4.0 che per il Building Information Modeling (BIM).

Il filo conduttore del meeting è la digitalizzazione dei mercati della manifattura e delle costruzioni. Nell’attuale scenario in rapida evoluzione, infatti, ogni impresa che vuole rimanere competitiva sul mercato deve necessariamente attrezzarsi per approfittare dei vantaggi derivanti dalle nuove tecnologie digitali.
Per questo motivo One Team propone ai suoi clienti numerose soluzioni all’avanguardia per entrambi i settori.

Leggi il resto dell’articolo

One Team alla Autodesk OTC di Las Vegas: novità su BIM & Industria 4.0

Qualche giorno fa, io e il mio collega Andrea Perego siamo volati Las Vegas in occasione della Autodesk One Team Conference, appuntamento annuale durante il quale Autodesk unisce per un aggiornamento professionale tutte le figure e gli specialisti (collaboratori e partner) marketing, commerciali e tecnici coinvolti nel mondo della progettazione architettonica e delle infrastrutture, meccanica e dell’intrattenimento.

Durante la conferenza, One Team è stata eletta tra i Vincitori del Platinum Club 2017, premio conferito da Autodesk ai migliori Partner riconosciuti dal mercato per le forti competenze e la grande predisposizione nel soddisfare le esigenze di tutti i clienti con le proposte innovative di Autodesk.

Ecco il momento della premiazione e i nostri sorrisi:

LE PRINCIPALI NOVITÀ PRESENTATE

Architecture, Engineering & Construction– La progettazione di edifici e infrastrutture è stata ed è ancora fortemente influenzata dalla rivoluzione chiamata BIM, nel mondo intero come in Italia. Autodesk segue questa direzione e propone al mercato degli strumenti sempre più innovativi e tecnologici, che assicurano un workflow e una comunicazione continui per tutti gli attori della filiera. La parola chiave è CONNESSIONE.
Molta importanza assumono in questo senso le soluzioni Autodesk in cloud: la BIM 360 Family sarà la regina indiscussa nei prossimi mesi.

Design & Manufacturing – Il futuro della manifattura è adesso: Internet of Things, Big Data, Robot, Meccatronica, cloud.
La parola chiave è PRODUZIONE INTELLIGENTE.
La modellazione 3D assume un ruolo sempre più centrale all’interno dello Smart Manufacturing.

 

Con Autodesk puoi fare di tutto!

Per qualsiasi informazione, scrivici a marketing@oneteam.it.

Industry Collection: novità in casa Autodesk

Il 1° agosto 2016 è una data da ricordare per il mondo della progettazione CAD con le soluzioni Autodesk.

Come largamente anticipato, infatti, Autodesk ha ufficialmente introdotto le Industry Collection, i nuovi pacchetti di applicativi suddivisi per settore che sostituiscono e determinano definitivamente l’interruzione della vendita di Design e Creation Suite.

Strumenti essenziali riuniti in un unico pacchetto a un prezzo conveniente

Le Autodesk Industry Collection:
Architettura, ingegneria e costruzioni
• Progettazione dei prodotti (Product Design)
Media & Entertainment

autodesk industry collection - one team

Le nuove Industry Collection forniscono l’accesso a più prodotti Autodesk in modalità abbonamento, offrendo i seguenti vantaggi:
• Accesso a un’ampia selezione del software Autodesk più indispensabile per il proprio settore in una singola raccolta che evolverà e migliorerà nel corso del tempo
• Accesso continuo alle versioni e ai miglioramenti del software più recenti
• Opzioni di durata flessibili (mensile, trimestrale, annuale o pluriennale)
• Accesso sia per utente singolo (individuale) che multiutente (condiviso)
• Diritti per le versioni precedenti
• Diritti di viaggio globali
• Accesso a ulteriori servizi cloud
• Supporto tecnico
• Strumenti di amministrazione.

Qual è il valore aggiunto delle Industry Collection?

Valore superiore: le Industry Collection offrono un valore di gran lunga superiore rispetto a quello delle suite Premium, a un prezzo molto competitivo.
Miglioramenti continui: le Industry Collection sono progettate per garantire una continua evoluzione nel tempo, allo scopo di consentire l’accesso alle nuove applicazioni e ai nuovi servizi cloud e soddisfare le mutevoli esigenze aziendali con workflow ottimizzati.
Maggiore flessibilità e varietà di scelta: gli abbonamenti alle Industry Collection saranno disponibili con accesso per utente singolo e multiutente e una varietà di opzioni di durata, offrendo così ai clienti una maggiore flessibilità.
Maggiori servizi cloud: gli abbonati alle Industry Collection potranno accedere a più servizi cloud rispetto a quelli attualmente disponibili per le Design e Creation Suite e sfruttare maggiormente la potenza di elaborazione del cloud.

VUOI SAPERNE DI PIÙ? CONTATTACI SUBITO: marketing@oneteam.it

HP e la prima stampante 3D

HP Inc. ha da poco lanciato la sua prima stampante 3D.
Obiettivo? RIVOLUZIONARE LA PRODUZIONE.

Nike, BMW, Autodesk, Johnson & Johnson e Siemens sono tra i primi ad aver adottato la prima stampante 3D di HP Inc.

La società lancia sul mercato la sua stampante HP Jet Fusion 3D da 120 mila euro, dedicata alla progettazione, alla prototipazione ed alla produzione. La società sostiene che la sua stampante sia fino a 10 volte più veloce e costi la metà dei sistemi di stampa 3D attuali.

Stampando elementi funzionali al voxel (l’equivalente 3D di un pixel 2D), HP offre ai clienti la possibilità senza precedenti di produrre componenti e proporre personalizzazioni di massa, dice la società.

head of 3d printer in action

Stephen Nigro, presidente della divisione stampa 3D di HP, ha dichiarato: “La nostra stampante 3D è l’unica in grado di produrre più di 340 milioni di voxel al secondo, permettendo ai nostri partner di realizzare una prototipazione ed una produzione decisamente più veloce, economica e funzionale.”

Nike segnala di utilizzare ormai da anni la stampa 3D per la produzione delle proprie calzature. “Siamo entusiasti di poter collaborare con HP per accelerare la nostra produzione rendendola scalabile e permettendo di esplorare nuove metodologie di fabbricazione per i nostri prodotti, garantendo alte prestazioni agli atleti” ha detto Tom Clarke, presidente del Dipartimento Innovazione in Nike.

BMW considera la stampa 3D un passo essenziale verso la personalizzazione delle proprie vetture.

Jens Ertel, capo del centro produttivo di BMW Group, ha dichiarato: “Vediamo un grande potenziale nella nostra partnership con HP che ci permette di testare diverse tecnologie produttive in fase di progettazione.”

HP Inc. segnala che la stampante può essere utilizzata per stampare elementi di embedded intelligence, come i sensori per l’internet delle cose (IoT) o tracciati e codici invisibili incorporati, per una maggiore sicurezza e tracciabilità della catena distributiva.

La società prevede di utilizzare la stampante per produrre componenti dei modelli futuri.

Nei prossimi anni, quasi il 50% degli elementi in plastica personalizzabili saranno prodotti grazie alle stampanti HP Jet Fusion 3D, che soppianteranno i metodi di produzione tradizionale, secondo HP Inc.
Secondo te, come cambierà la produzione nel prossimo futuro?