AutoCAD Civil 3D per le Utilities

Già in precedenza ci siamo occupati di come progettare reti per lo smaltimento di acque meteoriche e reti in pressione in modalità BIM con AutoCAD Civil 3D.
Clicca qui per rileggere il post.

Con questo nuovo post vogliamo porre l’accento sulla versatilità dei moduli contenuti in Civil 3d per la progettazione e gestione di reti tecnologiche del sottosuolo e in particolar modo in ambito urbano.
Nel filmato, sono state ricreate le principali utility partendo da dati GIS come gli shape file.
Le reti realizzate sono:
• Acquedotto
• Smaltimento idrico
• Gas
• Elettrico
• Illuminazione pubblica

Le librerie per le reti in pressione presenti all’interno del software, seppur ideate per le condotte idriche, dispongono di una buona versatilità e personalizzazione; ciò permette ai progettisti di utilizzarle per la realizzazione di utility multisettoriali.
Ma quali sono i vantaggi nel progettare reti tecnologiche in modalità BIM con Civil 3D? Di sicuro la progettazione di reti di grande estensione, la dinamicità degli elementi, i report sulle quantità e sulle caratteristiche generali e di dettaglio. Da non sottovalutare la possibilità di rapido aggiornamento di tutti gli elaborati di progetto in caso di modifica. Inoltre conoscere le caratteristiche di posizione e installazione degli elementi lineari e puntuali, ci permette di ridurre in modo significativo l’impiego di tempo e risorse destinati alla loro gestione.

Successivamente la gestione di queste reti, all’interno di Autodesk Navisworks, permette l’analisi di possibili interferenze che potrebbero essere presenti all’interno di un complesso labirinto di reti tecnologiche e non individuabili con la progettazione tradizionale.

Annunci