Creazione di rotatorie 3D in AutoCAD Civil 3D 2017

Una delle novità più interessanti di AutoCAD Civil 3D 2017 è senz’altro la nuova funzionalità per la creazione e la modifica di rotatorie 3D direttamente all’interno del software. Grazie all’introduzione di una parte del motore di Autodesk Vehicle Tracking e attraverso l’utilizzo automatico degli oggetti nativi di Civil 3D (Tracciati, Profili, Modellatori) siamo in grado di creare rotatorie 3D dinamiche e quindi progettare tutte le tipologie di intersezioni in modalità BIM.

Con questa nuova funzionalità si eredita inoltre parte della normativa Italiana sulla progettazione delle rotatorie arricchendo ulteriormente tutto il comparto di controllo e verifica nella progettazione di infrastrutture viarie.

Un’ulteriore interessante e importante caratteristica è la possibilità di acquisire direttamente in Civil 3D i progetti di rotatorie realizzati in InfraWorks 360, questo senza alcuna perdita di dati o caratteristiche geometriche in virtù del fatto che i due software adesso condividono la stessa tecnologia acquisita da Vehicle Tracking.

Standard per la progettazione di rotatorie

Standard per la progettazione di rotatorie

Finestra per la modifica dei parametri geometrici
Finestra per la modifica dei parametri geometrici

Di seguito un video con le principali funzionalità.

Annunci

HP e la prima stampante 3D

HP Inc. ha da poco lanciato la sua prima stampante 3D.
Obiettivo? RIVOLUZIONARE LA PRODUZIONE.

Nike, BMW, Autodesk, Johnson & Johnson e Siemens sono tra i primi ad aver adottato la prima stampante 3D di HP Inc.

La società lancia sul mercato la sua stampante HP Jet Fusion 3D da 120 mila euro, dedicata alla progettazione, alla prototipazione ed alla produzione. La società sostiene che la sua stampante sia fino a 10 volte più veloce e costi la metà dei sistemi di stampa 3D attuali.

Stampando elementi funzionali al voxel (l’equivalente 3D di un pixel 2D), HP offre ai clienti la possibilità senza precedenti di produrre componenti e proporre personalizzazioni di massa, dice la società.

head of 3d printer in action

Stephen Nigro, presidente della divisione stampa 3D di HP, ha dichiarato: “La nostra stampante 3D è l’unica in grado di produrre più di 340 milioni di voxel al secondo, permettendo ai nostri partner di realizzare una prototipazione ed una produzione decisamente più veloce, economica e funzionale.”

Nike segnala di utilizzare ormai da anni la stampa 3D per la produzione delle proprie calzature. “Siamo entusiasti di poter collaborare con HP per accelerare la nostra produzione rendendola scalabile e permettendo di esplorare nuove metodologie di fabbricazione per i nostri prodotti, garantendo alte prestazioni agli atleti” ha detto Tom Clarke, presidente del Dipartimento Innovazione in Nike.

BMW considera la stampa 3D un passo essenziale verso la personalizzazione delle proprie vetture.

Jens Ertel, capo del centro produttivo di BMW Group, ha dichiarato: “Vediamo un grande potenziale nella nostra partnership con HP che ci permette di testare diverse tecnologie produttive in fase di progettazione.”

HP Inc. segnala che la stampante può essere utilizzata per stampare elementi di embedded intelligence, come i sensori per l’internet delle cose (IoT) o tracciati e codici invisibili incorporati, per una maggiore sicurezza e tracciabilità della catena distributiva.

La società prevede di utilizzare la stampante per produrre componenti dei modelli futuri.

Nei prossimi anni, quasi il 50% degli elementi in plastica personalizzabili saranno prodotti grazie alle stampanti HP Jet Fusion 3D, che soppianteranno i metodi di produzione tradizionale, secondo HP Inc.
Secondo te, come cambierà la produzione nel prossimo futuro?