Parte il corso per BIM Manager!

25 settembre, 2, 9, 16, 23, 30 ottobre e 6 novembre 2015

Diventa un professionista del metodo BIM!

Per essere un BIM Manager occorre acquisire competenze tecniche e di processo attraverso attività di formazione specialistica e di project coaching.

Il nostro corso, svolto da Application Engineer certificati Autodesk è dedicato a project manager, progettisti e architetti che si occupano  di progettazione integrata in ambito sia architettonico sia infrastrutturale.

L’obiettivo del corso è quello di formare BIM Manager in grado di gestire l’adozione della metodologia BIM all’interno di un’organizzazione, analizzando i flussi di lavoro in ambito Architecture, Engineering & Construction, traducendoli in best practice e garantendo la coerenza e l’aggiornamento del modello BIM in tutto il ciclo di vita del progetto.

7 lezioni da 7 ore:

Lezione 1 – 25 settembre 2015 BIM – Building Information Modeling – un approccio alla gestione integrata del processo costruttivo
Lezione 2 – 02 ottobre 2015 BIM Workflow & Collaboration
Lezione 3 – 09 ottobre 2015 Normativa BIM in Europa per la progettazione e costruzione
Lezione 4 – 16 ottobre 2015 Protocolli BIM
Lezione 5 – 23 ottobre 2015 Autodesk Navisworks
Lezione 6 – 30 ottobre 2015 Implementazione BIM
Lezione 7 – 06 novembre 2015 BIM Project Management

Per ricevere il programma dettagliato e iscriversi: marketing@oneteam.it

Annunci

Urbano 9 !

Da Giugno è disponibile la nuova release Urbano 9!

urbano 9

Urbano è l’applicativo per la progettazione di acquedotti e fognature su piattaforma Autodesk.

Alcune delle principali novità della versione 9 per i due moduli Canalis e Hydra:

Canalis:

  • Progettazione con pozzetti prefabbricati
  • Calcolo idraulico migliorato con il Flow Manager
  • Nuova interfaccia utente, nuove selezioni e comando Undo

Hydra:

  • Ottimizzazione automatica del diametro
  • Disegno automatico del flusso inverso
  • Nuova interfaccia utente, nuove selezioni e comando Undo

novità_9

Per chi vuole conoscere Urbano, One Team organizza un Hands on durante il quale gli utenti potranno provare il software con la guida di un tecnico e avendo a disposizione una postazione ciascuno.

Lunedì 22 Giugno ore 10.00- 12.00

presso One Team via rondoni 1 Milano – secondo piano

Hands on Urbano 9

Iscriviti !

 

“Rivoluzione” BIM. Anche nella normazione tecnica

l mondo delle costruzioni sta vivendo la genesi di una tra le sue più profonde rivoluzioni, dopo il calcestruzzo armato e la prefabbricazione, e questa volta la rivoluzione non è hard ma soft.
Questa rivoluzione silenziosa si chiama BIM: Building Information Modelling.
Dapprima tecnologica e ora metodologica, essa ha subito una fortissima accelerazione da quando la Gran Bretagna ha imposto il BIM negli appalti pubblici a partire dal 2016. Seguendo l’Inghilterra, la Comunità europea ha introdotto il BIM nella nuova direttiva Appalti e i governi di Francia e Germania hanno intrapreso a tappe forzate la strada della “digitalizzazione” BIM del settore costruzioni. L’Italia, invece, sembra ancora tentennare sulla strada da percorrere.
Oltre alla normativa cogente, nazionale e comunitaria, sui tavoli internazionali, comunitario e, in questo caso, anche nazionali ISO, CEN e UNI si sta nel contempo scrivendo e completando anche il quadro normativo tecnico volontario di accompagnamento alle varie legislazioni locali, perché il BIM trovi poi effettiva e condivisa applicazione nei vari mercati e tra tutti gli operatori interessati.

Normazione nazionale italiana
In sede nazionale UNI sui temi del BIM sta lavorando il tavolo UNI/CT 033/GL 05 “Codificazione prodotti e processi”, coordinato da Alberto Pavan del Politecnico di Milano (senior partner di BAEC).
Partecipano al tavolo i principali stakeholder di settore: per la PA, Autorità Anticorruzione, Provveditorato Opere Pubbliche e Regione Lombardia; per la ricerca, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, ITC-CNR; per le imprese, ANCE, Salini Impregilo, Cmb, Permasteelisa e Mannes-Tif; per l’idustria, Federlegno, Unicmi, Andil, Assobeton e Finco; per la grande committenza, Legacoop e Aspesi; per gli enti, Agenzia CasaClima e Camera di Commercio di Milano; per l’informatica, Autodesk, One Team, Harpaceas, Bentle e Nemestchek; per le professioni, i Consigli Nazionali di Ingegneri e Architetti, Arup, Watson, Farley & Williams, Conteco.
Il tavolo normativo UNI, dopo l’esperienza della piattaforma nazionale BIM INNOVance, che ha visto come partner di progetto molti dei partecipanti al tavolo stesso, sta oggi riscrivendo l’originaria norma quadro di riferimento la UNI 11337:2009 dove, sin dall’origine era prevista la redazione di un’apposita specifica tecnica per la regolamentazione del BIM in Italia… Leggi l’articolo completo

bim_img_articolo