Tecnologia BIM: accelerazione nei mercati mondiali.

bim graphicLeggi l’articolo completo relativo alla relazione McGraw-Hill

Il Building Information Modeling (BIM) ha raggiunto un’incredibile penetrazione nel mercato delle costruzioni verticali in Nord America e in molti paesi asiatici e del nord Europa. La relazione McGraw Hill del 2012 sul valore del BIM in Nord America riporta che l’adozione del BIM è aumentata dal 17% del 2007 al 71% del 2012, cioè una crescita del 45% negli ultimi 3 anni.

La relazione McGraw sottolinea inoltre che il BIM sta iniziando a incidere in maniera significativa nell’settore dell’infrastruttura (progettazione orizzontale). Nel 2009 il 73% delle imprese dichiarava nessun o uno scarso utilizzo del BIM nei progetti infrastrutturali, nel 2013 solo il 21% delle imprese ha segnalato un basso o nullo utilizzo del BIM in tali progetti.

Inoltre un recente rapporto del 2014 di McGraw Hill analizza i dati di un’indagine svolta su aziende di costruzione utilizzatrici della tecnologia BIM. L’ indagine online è stata condotta in 727 imprese di dieci paesi: Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Giappone, Nuova Zelanda, Corea del Sud, Regno Unito e Stati Uniti.

Tre quarti degli intervistati segnalano ROI positivi a fronte dell’adozione del BIM, la maggiore parte dei quali stima un aumento del ROI tra il 10% e il 25%. Maggiore è il coinvolgimento delle imprese nella progettazione BIM, maggiore è la loro capacità di ottenere benefici e di sperimentare un forte ritorno sugli investimenti: la ricerca dimostra una chiara correlazione tra il livello di impegno e i benefici di business.

I due principali vantaggi che gli intervistati dichiarano di aver ottenuto dal BIM è la diminuzione degli errori e delle omissioni e rilavorazione ridotta.

Annunci

Il BIM è adesso

 

Il video integrale dell’intervento tenuto da Davide Madeddu in occasione dell’ultima One Team BIM Conference.

COME MIGLIORARE L’INTEGRAZIONE TRA PROGETTAZIONE E PRODUZIONE

 

Nel settore manifatturiero spesso è dato per scontato che il processo di sviluppo prodotto e produzione può essere intrinsecamente inefficiente. Tra i fattori di complicazione del processo possiamo sicuramente inserire la molteplicità di figure aziendali coinvolte e il loro utilizzo dei dati di progettazione. Spesso infatti le stesse informazioni vengono inserite più volte, all’interno di diversi sistemi, pur rimanendo sempre identiche a se stesse.

Ad esempio, l’ufficio acquisti potrebbe utilizzare i dati provenienti dalla progettazione per negoziare l’acquisto di materiali. Allo stesso modo la produzione potrebbe utilizzare le stesse informazioni per ottimizzare l’utilizzo delle attrezzature di officina e del magazzino.

Idealmente le informazioni provenienti dalla progettazione dovrebbero essere inserite nel sistema di pertinenza (CAD) una sola volta e quindi trasmetterle in maniera trasparente agli altri sistemi aziendali, principalmente ai sistemi gestionali (ERP).

Nella realtà questo spesso non succede. Di solito la progettazione definisce il prodotto e produce una distinta componenti (Bill of Material). Questa poi viene “tradotta” e riscritta a mano all’interno dei sistemi ERP preposti alla gestione degli acquisti o della produzione. Questo processo implica ad esempio l’assegnazione manuale di codici, quantità, livelli, descrizioni etc.. I passaggi manuali (come il reinserimento dei dati) oppure i processi basati sulle copie cartacee possono ovviamente introdurre errori, e sostanzialmente rallentano il ciclo di time to market.

Tutto questo potrebbe essere risolto automatizzando il flusso di informazioni tra i reparti di progettazione e il resto dell’azienda, sollevando tutti da lavori manuali inutili e ripetitivi, liberando tempo da dedicare al miglioramento dei prodotti.

A questo proposito One Team ha nel proprio portfolio prodotti una soluzione ad hoc:

Oneteam ERP Integration

 

ufficio tecnico con le soluzioni IT gestionali tipiche delle aziende manifatturiere. ufficio progettazione (Inventor, Vault, Design Suite, etc.) con i sistemi gestionali aziendali (SAP, AS/400, BAAN, ZUCCHETTI).

Il sistema di integrazione è basato sulla piattaforma di progettazione Autodesk; in particolare sono disponibili gli add-in per Autodesk Inventor, Mechanical e Autocad. La modularità dell’architettura del sistema permette una facile integrazione di altri software Autodesk per la progettazione architettonica (Revit, Architecture), impiantistica (Plant) o infrastrutturale (Map e Civil). Il sistema può essere utilizzato anche negli uffici tecnici che già operano con sistemi PDM per la gestione dell’archivio documentale quali Autodesk Vault.

Il principio di funzionamento è molto semplice.

All’interno del sistema CAD viene installata una nuova toolbar che consente la comunicazione con il sistema gestionale

 

1

Attraverso questi comandi è possibile:

  1. La definizione del codice articolo a partire dai dati presenti sul sistema ERP : questa funzionalità permette di evitare l’inserimento manuale del codice articolo.

22

    2. Creare nuovi codici con le logiche dei sistemi gestionali.

    3. Comunicare la distinta componenti al sistema ERP. In particolare possono essere visualizzate le tabelle di trasmissione dei dati e gestite anche le logiche di passaggio delle BOM.

3

One Team ERP Integration è il prodotto ideale per le aziende che necessitano di rendere automatico lo scambio dei dati tra Ufficio Tecnico e Sistema Gestionale; la soluzione permette di rendere automatici i processi standard quali:

  • Codifica Articoli condivisa tra Ufficio Tecnico e sistema di gestione della produzione;
  • Sincronizzazione e aggiornamento delle proprietà tra gestionale e sistema CAD;
  • Creazione di nuovi codici articolo da parte dell’Ufficio Tecnico;
  • Predisposizione della distinta materiali dal sistema di progettazione includendo informazioni gestionali (esempio formule di calcolo per materiali e gestione magazzino/approvvigionamenti);
  • Invio della distinta materiali di produzione dall’Ufficio Tecnico al sistema di gestione aziendale.

In conclusione attraverso questo strumento è possibile evitare inefficienze e perdite di tempo dovute a mancate o parziali comunicazioni di informazioni tra i diversi settori aziendali, con il risultato di lasciare più tempo alle risorse per dedicarsi a lavori più gratificanti e fruttuosi rispetto all’ inserimento manuale di dati.

 

 

Service Pack 1 di AutoCAD Civil 3D

Come tutti gli utenti sanno, Autodesk rilascia periodicamente i service Pack dei prodotti. Anche noi, abbiamo installato il SP 1 di AutoCAD Civil 3D.

Vi segnaliamo alcuni problemi rilevati dopo l’installazione.

  • GRIP non allineati al cursore del mouse: selezionando il quadrato blu di controllo del grip, il cursore del mouse si trova in una posizione differente da quella del quadrato! Il controllo del grip si presenta sempre con uno scostamento fisso. Tuttavia insistendo sui grip ripetutamente si riesce a posizionare le geometrie dove si vuole.

GripOnsnap

 

  • Calcolo errato dei VOLUMI: i valori dei volumi calcolati per gli elementi standard della sezione tipo, sono calcolati solo su metà sezione !

Vol1

 

Vol2

Su questo ultimo problema non c’è soluzione se non disinstallare il SP1.

Il supporto tecnico di Autodesk ne è già a conoscenza.

Ringraziamo Dino per la preziosa segnalazione.

Buon lavoro

Buon lavoro