L’evoluzione delle Subscriptions

Il concetto di Subscriptions si è evoluto a partire dall’anno 2012 aggiungendo ai benefici usuali alcuni vantaggi completamente nuovi.

Da sempre il possesso di una Subscription attiva consente di lavorare con le più recenti versioni del software, così come di ottenere il massimo del supporto tecnico da esperti Autodesk e di poter lavorare con versioni precedenti del software in installazioni multiple.

A partire dal 2012 a questi benefici si aggiunge l’universo di Autodesk 360, vale a dire l’utilizzo esteso delle funzionalità Cloud messe a disposizione dal produttore americano.

Autodesk 360 è una piattaforma di servizi basata sulle strutture Infrastructure As A Service di Amazon che consente di migliorare l’esperienza di lavoro superando i limiti dell’hardware e dell’installazione del singolo prodotto Autodesk su una workstation. Infatti poter disporre di Autodesk 360 significa dotarsi di risorse di calcolo virtualmente infinite, per effettuare analisi e rendering sempre più complessi, poter utilizzare capacità di collaborazione difficili da realizzare attraverso installazioni software locali nonché sfruttare le applicazioni di mobility che consentono di passare da un device hardware all’altro con estrema semplicità, ad esempio utilizzando le ormai comuni risorse di un tablet o di uno smartphone.

Le risorse Cloud sono disponibili anche per chi non ha una Subscription attiva benché quest’ultima renda possibile accedere ad un utilizzo esteso in termini di storace (da 3Gb a 25Gb di spazio disponibile per archiviare disegni che si intenda condividere online) nonché a capacità di calcolo come il Rendering Optimization, l’analisi strutturale per Revit, l’analisi energetica, il Green Building Studio, Autodesk Buzzsaw e altre ancora.

L’immagine mostra la disponibilità di servizi aggiuntivi resi accessibili da un contratto di Subscription attiva a partire dal possesso di una Suite Autodesk. L’utilizzo delle capacità di calcolo e di rendering in modalità Cloud rende possibile realizzare grandi risparmi di tempo o utilizzare possibilità computazionali non sempre  disponibili attraverso i software installati sulle workstation.

Annunci

Innovation Focus: le novità della Product Design Suite 2013

La prima novità destinata a creare innovazione all’interno della Product Design Suite 2013 è la presenza del software Inventor in tutte le versioni della Suite stessa, a partire dalla Standard. Si tratta di una novità legata più alla politica Autodesk che alla tecnologia informatica ma che non mancherà di creare benefici all’ampia platea di clienti dotati oggi ad esempio di Autocad Mechanical che potranno passare alla Suite in modo facilitato o addirittura in modo gratuito (qualora in possesso di un contratto di Subscription aggiornato).

La novità commerciale di fatto costituisce altresì una novità tecnica in quanto tutte le Product Design Suite integrano oggi un flusso di lavoro completo, dalla concettualizzazione del progetto in modalità “sketching” alla modellazione tridimensionale che contiene tutti i parametri del progetto finale e che consente di evitare perdite di efficienza attraverso la totale parametricità delle informazioni, alla simulazione e all’analisi delle caratteristiche finali del progetto fino alla gestione della documentazione di progetto e alla visualizzazione professionale degli elementi dello stesso.

Maggiori dettagli sugli elementi contenuti nella Product Design Suite si ritrovano al sito ufficiale di Autodesk, all’indirizzo http://images.autodesk.com/emea_s_main/files/final_prds_overview_brochure.pdf.

Pubblicare sul Web i documenti di progetto

OneTeam Vault Catalog è l’innovativa piattaforma web-based per la pubblicazione web, la visualizzazione e la condivisione dei dati di progettazione aziendale, gestiti con la famiglia di prodotti Autodesk Vault per l’integrazione dei processi di progettazione e archiviazione documentale. Autodesk Vault rende disponibile una piattaforma enterprise che consente di poter condividere le informazioni di prototipazione digitale in tutta sicurezza con i membri del team in tutto il mondo, di poter sapere chi ha rivisto i progetti, e quando nel processo di revisione della progettazione. OneTeam Vault Catalog consente di estendere le funzionalità di Autodesk Vault per la pubblicazione internet del catalogo prodotti, di condividere le informazioni di dettaglio mediante accessi controllati e solo con gli utenti abilitati (clienti, fornitori, personale aziendale interno).

One Team Vault Catalog è strutturato in tre componenti principali:
1. Autodesk Vault: piattaforma di base Autodesk per la gestione della documentazione di progetto e di tutti i processi di revisione e approvazione
2. Vault Catalog service: servizio di aggiornamento automatico dei dati, della scheda e della documentazione di prodotto che trasferisce il contenuto pubblicato in Vault sul portale di consultazione web
3. Vault Catalog portal: portale web per la pubblicazione internet del catalogo prodotti sincronizzati con i delivery della progettazione. Grazie ad una politica di accesso controllato, il sistema discrimina la visualizzazione e il download di dati e informazioni di dettaglio (dettaglio prodotto, allegati, BOM, ricambi, etc.).

Il portale web include tutte le funzionalità di gestione dei contenuti (CMS) che consentono l’inserimento, la modifica e la cancellazione delle informazioni di “vetrina”, ossia di supporto ai prodotti, e consentono la gestione degli utenti. L’utente amministratore può autorizzare gli utenti registrati, assegnare loro un ruolo, eliminarli, inviare newsletter.

Cuore della piattaforma è il Database centrale del portale connesso tramite webservices alla piattaforma Autodesk Vault. L’architettura SOA è basata su web services che inseriscono nuovi prodotti o aggiornano quelli esistenti nella piattaforma di distribuzione dei dati. Ad ogni nuovo inserimento in Autodesk Vault il sistema effettua in automatico un aggiornamento nel database centrale mantenendo in linea solo informazioni e documenti aggiornati sui prodotti. Questa operazione è trasparente sia ai progettisti che inseriscono i dati di progettazione in Autodesk Vault, sia all’utente finale che visualizza il catalogo on-line aggiornato via internet.

L’accesso ai dati avviene tramite rete internet. L’’utente registrato accede ai dati solo dopo l’approvazione dell’Amministratore. Il sistema di pubblicazione utilizza un sofisticato strumento di profilazione per determinare il dettaglio delle informazioni rese disponibili all’utente connesso, sapendo che all’utente viene assegnato un ruolo. Gli utenti anonimi non hanno accesso alle informazioni sensibili.

La piattaforma offre di base una configurazione a tre livelli di accesso ma più in generale l’associazione
utente-ruolo è aperta e le regole possono essere definite dal cliente. OneTeam Vault Catalog è dunque un sistema flessibile perchè configurabile in base alle specifiche necessità del cliente.

One Team Vault Catalog si pone nella gamma di prodotti e servizi One Team che puntano a valorizzare le attività di progettazione e ottimizzare lo scambio di informazioni e documenti tar ufficio tecnico, direzione vendite e marketing aziendali.

Mirato a quelle aziende che hanno nel Prodotto il proprio valore, permette la generazione automatica, a partire dalla progettazione, del catalogo prodotti completo di tutte le informazioni tecniche e commerciali che sono fondamentali nella vita quotidiana di un’azienda manifatturiera.

One Team propone tre differenti livelli di licenza d’uso per massimizzare il risultato in relazione alle necessità dei clienti:

One Team Vault Catalog Service: si allinea con le attuali tendenze tecnologiche che prevedono la fornitura di strumenti Software come Servizi (SAAS). La modalità SAAS permette alle aziende di utilizzare la piattaforma senza gestire l’applicazione e l’hardware ad essa dedicato. One Team propone One Team Vault Catalog Service in totale outsourcing presso i propri server internet installati presso una webfarm di Milano. La soluzione prevede che il cliente abbia già una propria licenza di Autodesk Vault Server e Autodesk Inventor per la gestione della documentazione di progetto.

One Team Vault Catalog Platform prevede la fornitura dell’intera soluzione applicativa al cliente finale; il sistema è installato su server del cliente e deve essere visibile in intranet/internet in base alle proprie esigenze di pubblicazione. La soluzione Platform viene fornita in licenza d’uso per Server, indipendentemente dal numero di Core e CPU fisiche ed è previsto che il cliente abbia già in casa una propria licenza di Autodesk Vault Server e Autodesk Inventor per la gestione della documentazione di progettazione.

One Team Vault Catalog Appliance garantisce la massima efficienza nella predisposizione dell’infrastruttura hardware e applicativa. One Team propone la soluzione Appliance che include:

Un server con licenza Autodesk Vault Server di proprietà del cliente.
Un server applicativo con licenza One Team Vault Catalog.
Servizi di installazione e formazione all’uso per l’amministratore del sistema.

Per informazioni sul prodotto: One Team srl, via rondoni 1, 20246 Milano tel: 0247719331, mail: oneteam@oneteam.it oppure alessadnro.valra@oneteam.it

Per visionare il prodotto online: http://www.oneteamlab.it/vaultCatalog

Innovation Focus: le novità di Revit 2013

Progettazione a 360°
Finalmente la progettazione architettonica, strutturale e impiantistica si fondono in un unico ambiente integrato. Revit Architecture, Revit Structure e Revit MEP lasciano il posto ad un unico nuovo software: Autodesk Revit 2013.
Scale e ringhiere
Scale e ringhiere si rinnovano: personalizzazione di montanti, rampe e pianerottoli, terminali dei corrimani modificabili, rampe sovrapponibili, numerazione delle alzate, visualizzazione in pianta come da modello tridimensionale.
Visualizzazione
La modalità ghost si trasforma in percentuale di trasparenza, gradienti e immagini disponibili anche nelle viste di sezione e prospetto, nuovo sfondo Cielo sensibile alle impostazioni di illuminazione.
Miglioramenti generali
Nuova quota Diametro, possibilità di cancellare singole parti di quote continue, strumento di ricerca nel browser di progetto, miglioramento della finestra materiali, possibilità di unire le parti di muri, solai e pavimenti.
Componenti adattivi
Possibilità di ripetere in maniera parametrica qualsiasi tipo di oggetto lungo uno o più percorsi tridimensionali di qualsiasi forma.
Interoperabilità
Collegamento diretto e personalizzabile verso Showcase e 3ds Max.

L’ottimizzazione del workflow nell’approccio delle Suite Autodesk

A partire dallo scorso anno Autodesk ha introdotto il concetto di Suite di prodotti che rivoluziona completamente sia l’approccio agli investimenti in software che le modalità di utilizzo dello stesso.

La Suite contiene prodotti il cui valore di mercato è molto più alto del costo della Suite e consente di aggiornare un solo contratto di subscription per Suite, al posto di un contratto per prodotto.

Considerando il workflow dell’ufficio di progettazione, la Suite consente di focalizzarsi sugli strumenti veramente necessari per ciascuno step di lavoro. Ad esclusione della semplice Design Suite, intesa per complementare le caratteristiche di base di Autocad, ogni Suite dispone di un prodotto centrale per la modellazione di ciò che si intende progettare sotto forma di database multidimensionale, che unisce alle tre dimensioni dell’oggetto le dimensioni dei materiali, dei costi, dei tempi di realizzazione, della condivisione con altri progettisti. A tale prodotto, che quindi diventa “il” prodotto per la progettazione, viene sempre unito un prodotto per la modifica delle tavole (Autocad) nonchè uno o più prodotti per la renderizzazione avanzata dei progetti o la traduzione dei progetti in oggetti utilizzabili in presentazioni o altre utilità ancora.

Ovviamente ciascun software “comunica” in modo lineare ed integrato con tutti gli altri e diventa perciò più semplice per l’ufficio di progettazione comprendere quali siano gli strumenti-chiave in ciascuno degli step del workflow dei progettisti: le decisioni non sono più dettate dalla necessità di comprimere i costi in quanto non è necessario affiancare ad un investimento già oneroso in prodotti 2D successivi investimenti in prodotti 3D ed ulteriori costi in utilità complementari. A partire dai livelli di Suite Premium tutti questi prodotti sono già disponibili, ad un costo incomparabilmente più basso dalla somma dei costi dei singoli prodotti, e l’ufficio di progettazione può focalizzarsi dunque per ciascuna fase del workflow su un prodotto diverso, avendo così a disposizione un universo completo di strumenti di altissimo livello professionale che consente di raggiungere i più alti risultati nella progettazione.

L’unico elemento di attenzione diventa quindi la scelta della Suite, così come le attività di  formazione e avviamento alla progettazione una volta effettuato l’investimento. One Team è in grado di guidare i propri clienti in questi tre passaggi: scelta della suite e successiva introduzione in azienda. Scrivete a Elisa Romano (elisa.romano@oneteam.it) per ottenere la chiarezza di visione su ciò che vi conviene fare in base al vostro profilo di necessità.